Unitechnik

Tekla Structures
2021
Tekla Structures

Unitechnik

È possibile esportare la geometria 3D delle unità di getto nel formato Unitechnik. Il risultato è un file di testo in formato ASCII.

Le versioni del formato Unitechnik supportate sono:

  • 6.1.0 17.9.2009

  • 6.0.0 14.6.2005

  • 5.2b 11.9.2000

  • 5.0c 30.10.1997

Il formato Unitechnik è destinato alla produzione della geometria di elementi prefabbricati prodotti in palette o in tabella, quali pareti solide, a sandwich o doppie, nonché solette di pannelli e metà solette. È possibile esportare unità di getto costituite da calcestruzzo, acciaio e materiale superficiale. È inoltre supportata l'esportazione di barre d'armatura (piegate e non piegate), gruppi di barre d'armatura e reti con ganci.

Esempio

Unità di getto esportata:

(1) Foro

(2) Inserto in acciaio

(3) Supporto per barre d'armatura, gabbie (UT versione 6.1.0)

(4) Piatto di isolamento (verde)

Per ulteriori informazioni sull'esportazione nei formati UXML e PXML, vedere Esportazione produzione prefabbricato. È possibile scaricare Esportazione produzione prefabbricato da Tekla Warehouse.

Limitazioni nell'esportazione Unitechnik

Il formato Unitechnik è per pannelli piani e solette per la produzione in impianti di circolazione di pallet. Si tratta di un formato aperto utilizzato da diversi computer master di sistemi di produzione e, pertanto, le specifiche sono piuttosto rigide e, ad esempio, le lunghezze dei caratteri di campo sono limitate. I diversi computer master dei vari fornitori di soluzioni hanno anche diverse interpretazioni dei dati Unitechnik. Il formato originale risale all'inizio degli anni 2000, ed è un po' superato sotto molti aspetti. Di conseguenza, il formato Unitechnik presenta alcune limitazioni:

  • Le unità di getto con tipo gettato in opera non vengono esportate.

  • Tutti i campi Unitechnik hanno una lunghezza massima dei caratteri, sia per la geometria che per le informazioni sugli attributi.

    • Sebbene Tekla Structures supporti l'inserimento di stringhe più lunghe, i dati devono essere tagliati e semplificati, altrimenti l'esportazione può non essere possibile. Il log notificherà se ciò accade.

    • Valori negativi in determinati campi geometrici (ad esempio, pallet negativi X, Y e Z) causano errori nei sistemi di produzione, anche se la geometria proviene correttamente dal modello.

    • Anche il numero di campi per oggetto della gerarchia è limitato, sebbene ognuno di essi disponga anche di campi di riserva non specificati per casi specifici del cliente.

  • Le sagome 3D non sono supportate.

    • Le sagome calcestruzzo 3D non sono supportate (ad eccezione delle sagome dei bordi negli attributi di linea)
    • Le sagome inserti 3D non sono supportate
    • Le sagome barre d'armatura piegate 3D non sono supportate
  • Quando si utilizzano le forme di flessione dei ganci terminali, le barre d'armature e le reti possono essere piegate solo in una direzione (ad esempio, ganci verso l'alto o verso il basso).

  • Un file Unitechnik può avere un solo blocco INTESTAZIONE, ma può avere più blocchi SLABDATE.

    • Fanno eccezione gli elementi a doppia parete. Devono essere esportati in un file, con ciascun pannello che dispone delle proprie informazioni di INTESTAZIONE.

Esportazione nel formato Unitechnik

  1. Passare alle proprietà delle parti che si intende esportare e modificare gli attributi utente nelle schede Unitechnik e Consegna (o nella scheda Parte di montaggio Unitechnik per le parti in acciaio) in base alle necessità. Gli attributi utente sono specifici dell'ambiente, pertanto le impostazioni di seguito potrebbero non essere tutte disponibili:
    Scheda Unitechnik:

    Tipo prodotto

    Il tipo di prodotto è importante per identificare il tipo di oggetto nel software CAM. Il tipo di prodotto non definito comporterà la notifica di errore quando si importa il file di dati di produzione. È possibile definire il tipo di prodotto selezionando una delle opzioni o definendo un testo definito dall'utente.

    Tipo prodotto definito da utente

    Campo opzionale per il tipo di prodotto.

    Gruppo di prodotti

    Campo opzionale per il gruppo di prodotti. Il gruppo di prodotti viene utilizzato nel blocco SLABDATE.

    Aggiunta prodotto

    Questo attributo viene esportato con l'esportazione Unitechnik (79) nel blocco SLABDATE dell'oggetto come numero rappresentativo 00-03. Le opzioni disponibili sono Elemento Standard, Balcone, Tetto e Elemento intonacato.

    Piano

    Campo opzionale utilizzato per pianificare i processi di trasporto e costruzione.

    Superficie levigata

    Scegliere se levigare o meno le superfici. Il valore di default è vuoto.

    Identificazione calcestruzzo (blocco LOT)

    È possibile selezionare Nessun rivestim. speciale o Spala calcestruzzo oppure lasciare il campo vuoto.

    Spessori dei singoli layer

    Definire manualmente i layer con i nomi e gli spessori.

    Layer da non esportare

    Specificare il layer che non deve essere esportato.

    Dati parte montaggio di UDA

    Scegliere se esportare i dati della parte di montaggio dagli attributi utente.

    Escludi dall'esportazione

    Scegliere se escludere le parti di montaggio dall'esportazione.

    Identif. installazione

    Selezionare una delle seguenti opzioni:

    Installato (0)

    Solo stampato (1)

    Solo installato (2)

    Non installato, non stampato (3)

    Installato in armatura (4)

    Installato automaticamente (5)

    Tipo parte di montaggio

    Definire il tipo di parte di montaggio immettendo un attributo utente.

    Numero di riferimento

    Definire il numero di riferimento di una parte di montaggio immettendo un attributo utente.

    Nome parte montaggio

    Immettere il nome della parte di montaggio.

    Testo Info 1 (UT 6.0)

    Specificare ulteriori informazioni, se necessario.

    Testo Info 2 (UT 6.0)

    Specificare ulteriori informazioni, se necessario.

    Scheda Consegna:

    Tipo di scaricamento

    Specificare il tipo di scaricamento.

    Tipo di trasporto

    Pallet (00)

    Bordo A (01)

    Caricatore interno (02)

    Numero unità trasporto

    Numero sequenza trasporto

    Campi opzionali utilizzati per pianificare i processi di trasporto e costruzione. Questi possono essere definiti nelle impostazioni di esportazione da includere come parte del blocco SLABDATE.

    N. cumulo trasporto

    Campo opzionale che specifica il numero di cumulo trasporto.

    N. livello cumulo trasporto

    Campo opzionale che specifica il numero di livello cumulo trasporto. Se vi sono elementi nella pila che devono essere stratificati allo stesso livello, viene utilizzato il livello della pila se il numero della sequenza di trasporto è lo stesso per la pila. Ciò può essere definito nelle impostazioni di esportazione da includere come parte del blocco SLABDATE.

    Ad esempio, è possibile utilizzare un cumulo di 6 solette, ciascuna delle quali con numeri di livello cumulo sequenziali 1, 2, 3. 6.

  2. Verificare le impostazioni nella scheda Unitechnik negli attributi utente armatura e modificarle in base alle esigenze. Assicurarsi che le barre d'armatura non vengano accidentalmente raggruppate nella rete o nella gabbia.

    Tipo d'armatura Unitechnik

    Sovrascrive il tipo di armatura Unitechnik assegnato automaticamente, che viene utilizzato per definire il layer di barre d'armatura/reti d'armatura all'interno dell'elemento o della rete.

    Numero gruppo gabbia

    Utilizzato per raggruppare le barre d'armatura specifiche in una gabbia.

    Tipo di gabbia d'armatura

    Attributo dati tipo di gabbia Unitechnik

    Forma gabbia d'armatura

    Attributo dati forma gabbia d'armatura Unitechnik

    Tipo di rete

    Sovrascrive il tipo di rete Unitechnik assegnata automaticamente.

  3. È consigliabile definire la faccia lato getto. Eseguire questa operazione prima di creare qualsiasi disegno.

    Per ulteriori informazioni, consultare Definire la direzione di getto della parte.

  4. Aggiornare la marcatura.

    Esporta Unitechnik consente di leggere ed esportare i dati dalla serie di marcatura delle parti. È importante che tutte le parti esportate siano marcate correttamente. In caso di marcatura non corretta, le parti non vengono esportate.

  5. Nel menu File cliccare su Esporta > Unitechnik.

    Viene visualizzata la finestra di dialogo Esporta Unitechnik.

  6. Definire le proprietà di esportazione Unitechnik nelle varie schede.
  7. Selezionare gli oggetti utilizzando Seleziona gli assemblaggi (consigliato) o Seleziona oggetti negli assemblaggi in base all'opzione selezionata per Creare da nella scheda Principale. È anche possibile immettere le posizioni di dell'unità di getto da esportare manualmente.
  8. Cliccare su Crea.

    Di default, i file di output .uni vengono creati nella cartella \UT_Files all'interno della cartella modello corrente. Il numero di file di output creati dipende dalle opzioni selezionate nella lista Creare da nella scheda Principale e dal numero totale di parti, unità di getto o assemblaggi selezionati.

    Viene visualizzato il log di esportazione. Vedere la scheda File di log per ulteriori opzioni di log.

    Il numero massimo di elementi o layer esportati è limitato a 99. Se la limitazione viene superata, l'utente verrà avvisato da un messaggio di console e file di log.

Esportazione Unitechnik: Scheda Principale

Opzione

Descrizione

Versione Unitechnik

Seleziona la versione Unitechnik.

Creare da

Seleziona le parti o le unità di getto da esportate.

  • Unità di getto selezionate:

    Solo le unità di getto con una o più parti selezionate nel modello vengono esportate. Ciascuna unità di getto include un file di output. Selezionare Per ID unità di getto o Per posizione unità di getto.

  • Tutte le parti

    Vengono esportate tutte le unità di getto. Ciascuna unità di getto include un file di output. Selezionare Per ID unità di getto o Per posizione unità di getto.

  • Parti selezionate (separatam.)

    Vengono esportate solo le parti in calcestruzzo selezionate (inclusi gli inserti e le parti isolanti appartenenti alla parte selezionata). Per ogni parte è disponibile un file di output.

  • Parti selezionate (unità di getto)

    Le parti selezionate che appartengono a un'unità di getto vengono raggruppate ed esportate insieme in un unico file di output. Selezionare Per ID unità di getto o Per posizione unità di getto.

  • Assemblaggi selezionati

    Questa opzione è consigliata nella maggior parte dei casi. Vengono esportati tutti gli assemblaggi selezionati. Un assemblaggio è uguale a un'unità di getto e ha un file di output. È consentita anche la selezione di sotto-assemblaggio.

  • Unità di getto nella lista

    Selezionare le unità di getto per l'esportazione dalla Lista posizioni unità di getto immessa.

  • Per ID unità di getto

    Ogni unità di getto ha un proprio file di output.

  • Per posizione unità di getto

    Le unità di getto identiche condividono uno stesso file di output.

Esporta tramite filtro

Utilizzare un filtro di selezione per selezionare le parti da esportare. È possibile utilizzare il filtro di selezione per includere o escludere le parti dall'esportazione.

Parti escluse da esportazione (classe o nome)

Se non si desidera esportare alcune parti, immettere le classi o i nomi di queste parti. È inoltre possibile escludere le barre d'armatura con questa impostazione. Le parti con classi incluse in questa lista non verranno esportate.

Percorso directory

Definisce la posizione di salvataggio dei file di esportazione. La cartella di default è .\UT_Files nella cartella modello corrente.

Nome File

Estensione

Seleziona il file di output dalle liste e specifica l'estensione del nome file.

È possibile utilizzare fino a 5 stringhe per generare i nomi dei file di esportazione. Selezionare le opzioni dalle liste, i valori di definizione o gli attributi e un limitatore di lunghezza stringhe opzionale. È possibile lasciare la casella vuota se non sono necessarie tutte e 5 le stringhe. È possibile utilizzare il punti di delimitazione ( .), il trattino (-) o la sottolineatura (_) tra le stringhe.

  • N. progetto è il numero di progetto.
  • Nome progetto è il nome del progetto.
  • N. CU è il numero della posizione di assemblaggio della parte principale dell'unità di getto.

  • Fase è la fase corrente.
  • Pos. CU è la posizione di assemblaggio della parte principale dell'unità di getto.

  • ACN è il numero di controllo dell'assemblaggio. Per generare i numeri di controllo dell'assemblaggio, selezionare la scheda Disegni & Reports e cliccare su Marcatura > Assegna marche di controllo.

  • ID parte corrisponde al numero ID, che contiene 10 caratteri. Se il numero ID contiene meno di 10 caratteri, vengono aggiunti degli zero davanti al numero per raggiungere la lunghezza di 10 caratteri. Ad esempio, il numero ID 456999 sarà 0000456999.

  • Contatore aggiunge un numero consecutivo alla fine del nome file, se il nome è già presente.

  • Altre opzioni sono Date, Ora, Data-Ora, UDA, Testo, Template e UDA progetto.

    Date Data-Ora e Ora utilizzano il formato aaaa-mm-gg-hh-mm.

    Template indica un attributo template. UDA e Template vengono letti sempre dalla parte principale.

Specificare anche l'estensione del nome file. Di default, è Testo e uni. È possibile scegliere un'altra opzione dalla lista.

Maschera nome file

Il formato (lunghezza) del nome file di output e l'estensione del nome file. I numeri rappresentano la lunghezza della stringa di output. Se il nome è più lungo dell'opzione selezionata, viene tagliato.

Apri cartella dopo esportazione

Sceglie se la cartella in cui viene salvato il file di output viene aperta dopo l'esportazione.

Struttura file di output

Struttura del file esportato (dati soletta e parte layer).

Nella maggior parte dei casi, non è necessario utilizzare questa impostazione.

  • Layer multipli

    Un blocco SLABDATE con layer N. Ciascuna unità di getto ha un blocco LAYER. Gli inserti, le armature e gli isolamenti appartengono a una parte in calcestruzzo e vengono esportati nel relativo blocco LAYER.

    Se i layer non sono definiti correttamente, verrà generato un errore.

  • Singolo layer, 1 slabdate, 1 parte

    Ciascuna unità di getto ha un blocco SLABDATE e nessun blocco LAYER.

  • Singolo layer, n slabdate, n parti

    Le unità di getto con geometria uguale vengono raccolte in un blocco SLABDATE. Non sono definiti blocchi LAYER o LOT. Gli inserti, le armatura e gli isolanti che appartengono a un'unità di getto con la stessa geometria vengono raccolti ed esportati in un blocco SLABDATE.

  • Singolo layer, 1 slabdate, n parti

    Tutti i pannelli parete simili sono definiti all'interno di un blocco SLABDATE anziché essere definiti in un blocco SLABDATE separato per pannello parete. L'opzione è utile quando si esportano inserti speciali.

  • Combinato, n slabdate, 1 parte

    Esportazione combinata che può contenere più di un'unità di getto. Le unità di getto esportate vengono posizionate parallelamente a seconda della logica sequenziale definita nella scheda Pallet.

  • Singolo layer, 1 slabdate, n steelmat

    Esporta solo la parte principale dell'unità di getto come slabdate, reti e inserti dall'intera unità di getto in un'unica riga nella direzione dell'asse X di esportazione con uno spazio di 1 mm tra di essi.

  • 1 slabdate, layer analizzati

    Esporta i layer degli elementi nello stesso ordine in cui vengono modellati nel modello. Più parti sullo stesso livello di profondità sono riconosciute come un unico layer.

1° layer esportato

Seleziona quale parte viene esportata nel primo LAYER. Questa opzione consente di definire quale pannello parete è posizionato per primo sul pallet.

Le opzioni sono:

  • Parte principale (dell'unità di getto)

  • Parte più grande

  • Parte più pesante

Considerare spessori dei singoli layer

Seleziona la modalità di esportazione dei layer dell'unità di getto. Queste opzioni sono disponibili quando Struttura file di output è impostata su Layer multipli.

  • No

    L'unità di getto viene esportata come un unico volume.

  • Vengono utilizzati i layer manuali impostati nella scheda Unitechnik negli attributi utente della parte e l'unità di getto viene esportata in due o tre layer.

Simbolo vuoto in file esportato

Seleziona il simbolo vuoto da utilizzare nel file di esportazione.

Esempio con il simbolo "_":

Esempio con il simbolo " ":

Esportazione Unitechnik: Scheda Configurazione TS

Opzione

Descrizione

Rotazione

Selezionare la direzione di scansione, che definisce quale faccia della parte principale è rivolta verso la base del pallet. Per l'esportazione Unitechnik vengono utilizzati layer di scansione per ricavare la geometria di tutte le parti in un'unità di getto.

Tale direzione dipende dal piano della parte principale dell'entità gettata. Il pannello di piano viene analizzato dal lato inferiore al lato superiore. La scansione del pannello di parete e della colonna avviene da un lato all'altro. La posizione e la direzione di una forma principale dell'entità gettata esportata dipendono dalla rotazione.

È possibile utilizzare l'attributo utente degli oggetti di superficie Utilizza superficie come base pallet per orientare l'oggetto senza modificare la faccia lato getto o la rotazione nelle impostazioni di esportazione.

No

Piano: dal lato inferiore a quello superiore

Parete: Da lato anteriore a posteriore (in base alla direzione di modellazione)

Colonna: da un lato all'altro

180

Piano: dal lato superiore a quello inferiore

Parete: dal lato posteriore a quello anteriore

Colonna: da un lato al lato opposto

+90 intorno a X

Piano: dal lato sinistro al lato destro

Parete: dal lato superiore a quello inferiore

Colonna: da un lato all'altro

-90 intorno a X

Piano: dal lato destro al lato sinistro

Parete: dal lato inferiore a quello superiore

Colonna: da un lato al lato opposto

-90 intorno a Y

Piano: dal lato posteriore a quello anteriore

Parete: dal lato destro al lato sinistro

Colonna: dal lato superiore a quello inferiore

Con l'opzione Faccia Lato Getto, la direzione di scansione dipende dalla faccia lato getto definita, in modo che la faccia opposta sia rivolta verso il pallet.

Esempi di rotazione:

  • Piano di scansione errato (dal lato destro al lato sinistro):

  • Piano di scansione corretto (dal lato posteriore al lato anteriore):

Rotazione extra

Selezionare la rotazione intorno all'asse z e pertanto la rotazione del pallet. L'asse z mantiene la stessa direzione, ma le direzioni x e y vengono modificate.

Per visualizzare il sistema di coordinate effettivo, impostare Disegna asse pallet su nella scheda Pallet.

  • No

    Nessuna rotazione extra.

  • Scambia X/Y

    Consente di scambiare gli assi X e Y.

  • X=max(X_dim,Y_dim) parte principale

    L'asse X passa attraverso il lato più lungo della parte principale.

  • X=min(X_dim,Y_dim) parte principale

    L'asse X passa attraverso il lato più corto della parte principale.

  • X=max(X_dim,Y_dim) unità di getto

    L'asse X passa attraverso il lato più lungo dell'entità gettata.

  • X=min(X_dim,Y_dim) unità di getto

    L'asse X passa attraverso il lato più corto dell'entità gettata.

  • +90 intorno a Z

    Consente di ruotare gli assi x e y di 90 gradi intorno all'asse z.

  • -90 intorno a Z

    Consente di ruotare gli assi x e y di -90 gradi intorno all'asse z.

  • 180 intorno a Z

    Consente di ruotare gli assi x e y di 180 gradi intorno all'asse z.

Nell'esempio seguente viene illustrato il sistema di coordinate senza impostazioni di rotazione e rotazione extra. L'asse z è parallelo al lato più corto del pannello 1. Questa configurazione non è corretta nel formato Unitechnik, pertanto il sistema di coordinate deve essere ruotato. Il pannello 2 mostra una rotazione di 90 gradi intorno all'asse z.

Ruota automaticamente sul pallet

Specifica se ruotare automaticamente il sistema di coordinate per l'esportazione di +90° o -90° quando la larghezza dell'elemento supera la larghezza del pallet o quando la larghezza dell'elemento è maggiore della lunghezza dell'elemento.

Ruota geometria

Questa opzione applica l'angolo di rotazione calcolato con le impostazioni Rotazione extra e Ruota automaticamente sul pallet.

Con angolo di rotazione SLABDATE

Ruota l'elemento ed esporta l'angolo di rotazione come valore nel rispettivo campo SLABDATE.

Esporta contorno

Selezionare la modalità di esportazione del contorno elementi. Le opzioni sono Analizzati, Box di delimitazione e Semplificato.

L'opzione Analizzati richiede la geometria 3D modellata utilizzando piani di scansione 2D, vedere la descrizione dell'impostazione Cerca posizione di seguito.

L'opzione Box di delimitazione definisce il contorno come 4 linee perpendicolari tra i valori minimo e massimo delle coordinate (x, y).

L'opzione Semplificato esporta un contorno semplificato utilizzando 4 punti d'angolo x, y dell'elemento. Allo stesso modo del box di contorno, ma tiene conto delle linee diagonali ai bordi.

Cerca posizione

Il contorno degli elementi, i tagli e gli attributi di linea vengono definiti eseguendo la scansione dell'unità di getto nella direzione di scansione definita dalle impostazioni di rotazione indicate precedentemente. Un piano di scansione funziona come una sezione senza profondità vista. L'applicazione di esportazione utilizza 1 o 2 piani di scansione per ciascuna parte inclusa nell'unità di getto esportata (indipendentemente dall'impostazione della struttura del file di output).

L'offset è verso il centro del pannello dal piano di scansione, ma può essere negativo o positivo.

Il numero di layer di scansione dipende dalla posizione di scansione selezionata. Ciascun oggetto dell'entità gettata viene analizzato in un'unica direzione.

Selezionare la posizione in cui vengono analizzate tutte le parti. Ciascuna parte è analizzata separatamente. Il piano di scansione è parallelo al piano della forma di base.

  • Inferiore e superiore

    Due piani di scansione in alto e in basso della parte analizzata.

  • Solo inferiore

    Un piano di scansione nella faccia inferiore.

  • Solo superiore

    Un piano di scansione nella faccia superiore.

  • Solo a metà

    Un piano di scansione nel punto centrale della parte analizzata.

  • Superiore, inferiore e centro

    Tre piani di scansione: uno sulla faccia superiore, uno nella faccia inferiore e uno nel punto centrale della parte analizzata.

Per spostare la posizione del piano di scansione esatto, utilizzare le caselle Cerca offset posizione di seguito per definire l'offset iniziale e l'offset finale.

Unisci layer CONTOUR

È possibile esportare un solo layer analizzato. Se sono presenti due layer analizzati, è necessario unirli in un unico layer.

  • Intersezione

    Consente di creare l'intersezione di poligoni di due geometrie dei contorni.

    1. Primo layer analizzato
    2. Secondo layer analizzato
    3. Layer
  • Unione

    Consente di creare l'unione di poligoni di due geometrie dei contorni.

Esporta TAGLI

Per evitare l'esportazione dei tagli, selezionare No.

Escludi elementi selezionati esclude dall'esportazione le parti di taglio modellate definite da classe o nome.

Solo selezionati include nell'esportazione le parti di taglio definite da classe o nome.

Unisci layer CUTOUT

Uguale a Esporta contorno, ma solo per i fori.

Unisci TAGLI

Scegliere come unire i ritagli sovrapposti. È possibile scegliere di esportare un grande ritaglio creato da tagli più piccoli come ritagli separati. Le opzioni sono:

  1. Unito come unico taglio

  2. Non unito, tagli sovrapposti

  3. Tagli non uniti senza sovrapposizione

Estendi contorno e aggiungi cassaforma

Scegliere se estendere la contorno in base all'armatura o agli inserti sporgenti. Questa impostazione estende il contorno e aggiunge altre parti di montaggio cassaforma all'area estesa.

La cassaforma non viene aggiunta se è già presente un inserto con la stessa geometria.

Il contorno non viene esteso per gli inserti di tubi elettrici.

Nome per cassaforma aggiunt. (inserto)

Consente di specificare un nome per l'incastro.

Esportazione geometria

Scegliere se la geometria della parte esportata (contorno in calcestruzzo, taglio, parte di montaggio) è rappresentata sotto forma di poligoni o linee.

Poligoni esportati:

Linee esportate:

Esporta fori arrotondati come cerchio (K)

Consente di scegliere se esportare i fori arrotondati come cerchi (k) o poligoni/linee.

Doppio muro ruotato

Selezionare se il primo pannello di un doppio muro su un pallet viene ruotato. Questo requisito varia in base al sistema computer master ricevente. Le opzioni sono:

No, un sistema di coordinate: esportazione effettuata come nel modello, pannello 1 sulla parte anteriore, pannello 2 sullo sfondo.

Sì, attiva pannello 1: Il pannello 1 è compensato dalla larghezza del pallet in direzione y (definita nella scheda Convalida) e viene spostato intorno all'asse x

Sì, attiva pannello 1 - bordo superiore coretto: opzione destinata a macchine speciali.

No, sistemi di coordinate specifici del pannello: utilizzare per esportare il secondo pannello nella direzione Z dalla parte inferiore del pallet verso l'alto.

Esportazione Unitechnik: Scheda Inserti

Opzione

Descrizione

Inserti normali

Selezionare le parti da considerare come inserti. Le parti incorporate vengono esportate nel blocco MOUNPART.

Se il blocco di inserti è composto da più parti, è utile combinare tutte le parti di inserti in un unico blocco di sotto-assemblaggi, quindi aggiungerle come sotto-assemblaggio a un'unità di getto o a un sotto-assemblaggio del pannello in calcestruzzo. Gli inserti di officina possono essere semplicemente aggiunti all'unità di getto.

  • Selezionato + acciaio

    Tutte le classi elencate nella casella Classi inserti sono considerate inserti. Tutte le parti in acciaio sono anch'esse considerate come inserti, a meno che non siano escluse dall'esportazione.

  • Selezionato

    Le classi elencate nella casella Classi inserti sono considerate solo come inserti.

  • Nessuna esport.

    Ignora la casella Classi inserti ed esporta tutte le parti in acciaio come parti standard.

  • Selezionati (anche armatura) + acciaio

    Tutte le parti e le barre d'armatura elencate nella casella Classi o nomi inserti sono considerate inserti e tracciate come linee. Può essere utilizzato anche il box di delimitazione. Anche tutte le parti in acciaio vengono considerate come inserti.

Classi o nomi inserti

Immettere le classi o i nomi degli inserti.

Esporta assemblaggi

Scegliere la modalità di esportazione della geometria 2D di inserti e blocchi in acciaio.

Gli inserti vengono esportati come parti. Tutte le saldature incorporate e le relazioni degli assemblaggi vengono ignorate.

Gli inserti saldati e il blocco di assemblaggio vengono esportati come un'unica parte con la geometria del box di delimitazione del sotto-assemblaggio completo.

Viene esportata solo la parte principale del blocco o dell'assemblaggio incorporato.

Viene esportata la parte principale del blocco incorporato con estensione nella direzione x per coprire tutte le parti del blocco incorporato.

Viene esportata solo la scatola esterna intorno alla parte principale del blocco o dell'assemblaggio incorporato.

Vengono esportati i simboli di spigolo del box di delimitazione della parte principale.

Vengono esportati i simboli di spigolo del box di delimitazione sotto-assemblaggio inserto.

Larghezza/altezza simbolo di spigolo

Immettere la larghezza e l'altezza del simbolo di spigolo.

Def codice esportaz.

Definisce in che modo vengono calcolati il punto di inserimento e la direzione degli inserti. I valori possibili sono 0, 1, 2, 3, 11, 12, 21, 22, 23, 31 e 32, 41, 42, 43.

Nella maggior parte dei casi, il punto centrale di inserzione si riferisce al centro di gravità del sotto-assemblaggio o della parte principale dell'inserto in base all'impostazione Esporta assemblaggi.

0 = Ignora il simbolo e utilizza l'impostazione del box di delimitazione del sotto-assemblaggio in base all'impostazione COG di inserimento (1 - 5), ad esempio, PLATE 0 0 4.

1 = Il punto di inserimento è il punto centrale dell'inserto e la direzione è parallela al lato più lungo della geometria della parte di montaggio esportata. La versione di default è 1.

2 = Il punto di inserimento è il punto centrale dell'inserto e la direzione è parallela al lato più corto della geometria della parte di montaggio esportata.

3 = Il punto di inserimento è il punto centrale dell'inserto e, se la parte principale è simmetrica, calcolare la direzione della parte di montaggio lungo la linea dal centro di gravità della parte principale al centro di gravità del sotto-assemblaggio.

11 = Il punto di inserimento è il punto dell'inserto al centro del lato più corto e la direzione è lungo il lato più lungo.

12 = Il punto di inserimento è il punto dell'inserto al centro del lato più lungo e la direzione è lungo il lato più corto.

21 = Il punto di inserimento è nel punto del bordo superiore di contorno più vicino all'inserto e la direzione è parallela al lato più lungo della geometria della parte di montaggio esportata.

22 = Il punto di inserimento è nel punto del bordo superiore di contorno più vicino all'inserto e la direzione è parallela al lato più corto della geometria della parte di montaggio esportata.

23 = Il punto di inserimento è nel punto del bordo superiore di contorno più vicino all'inserto e, se la parte principale è simmetrica, calcolare la direzione della parte di montaggio lungo la linea dal centro di gravità della parte principale al centro di gravità del sotto-assemblaggio.

31 = Il punto di inserimento è il punto del vertice più vicino sulla parte in calcestruzzo, tra gli inserti e il lato parte in calcestruzzo e la direzione è lungo il lato più lungo.

32 = Il punto di inserimento è il punto del vertice più vicino sulla parte in calcestruzzo, tra gli inserti e il lato parte in calcestruzzo e la direzione è lungo il lato più corto.

41 = COG assemblaggio inserto punto di inserimento e orientamento verso l'asse dal punto iniziale a quello finale.

42 = Punto iniziale parte inserto punto di inserimento e orientamento verso il punto finale.

43 = COG assemblaggio inserto punto di inserimento e orientamento verso l'asse del bordo più lungo.

Taglia assemblaggi esterni

Seleziona la modalità di esportazione delle parti incorporate che si trovano all'esterno dell'elemento in calcestruzzo.

Vengono esportate tutte le parti nell'inserto.

Vengono esportate solo le parti incorporate che si trovano all'interno dell'elemento in calcestruzzo. Le parti incorporate che si trovano all'esterno dell'elemento in calcestruzzo vengono ignorate. Se una parte incorporata si trova parzialmente all'interno di un elemento in calcestruzzo, la geometria esportata della parte incorporata viene modificata dal taglio.

Funziona come l'opzione precedente, anche se, in questo caso, vengono prese in considerazione solo le parti incorporate con la classe definita in Taglia solo classi esterne.

Taglia solo classi esterne

Immette le classi delle parti la cui geometria viene modificata dal taglio se è stata selezionata l'ultima opzione nella lista Taglia assemblaggi esterni.

Esportaz. assemblaggi speciali

Nome file esportaz. assemblaggi speciali

Le opzioni sono No, Si, (spec_assemblies_def.txt) e Sì, nessuna rotazione sul pallet.

Le opzioni influiscono sulla geometria esportata degli inserti. La geometria reale viene sostituita dalla geometria definita nei file di testo. Il nome di default del file di testo è spec_assemblies_def.txt e viene cercato nella cartella modello. Utilizzare Nome file esportaz. assemblaggi speciali per definire il nome e la posizione del file di testo.

Il file di definizione speciale dei simboli assemblaggio supporta le proprietà template inserto e i relativi valori o i nomi inserto con spazi vuoti. I valori delle proprietà template inserto e i nomi inserto devono essere racchiusi tra virgolette.

Di default, le definizioni dei simboli vengono mappate in base alle designazioni degli inserti esportate. La designazione può essere qualsiasi proprietà parte, che è controllata nella scheda Dati blocco MOUNPART con l'impostazione Nome parte montaggio.

La struttura necessaria per il file di testo è la seguente:

  • Designation(text) Number_of_lines_defined(number)

  • S(representing single line) Start_coors-X,Y (number number) End_coors-X,Y(number number)

  • S(representing single line) Start_coors-X,Y(number number) End_coors-X,Y(number number)

Esempio del file:

Gli inserti nel file di definizione speciale dei simboli assemblaggio possono essere progettati anche dalla proprietà template e dal relativo valore in formato [TEMPLATE:VALUE] anziché dalla designazione inserto esportata.

Esempio di utilizzo della proprietà template:

La geometria di tutti gli inserti con nomi (ad esempio con designazioni Quicky, QuickyS, E-Doze) viene sostituita dalla geometria definita nel file di testo. Nell'esempio seguente la marca di parte 1 (nome Beam) non è stata trovata nel file di testo pertanto la geometria viene esportata in base alle impostazioni di default della finestra di dialogo dell'esportazione. Sul lato opposto la marca di parte 2 (nome Quicky) è stata trovata, pertanto la geometria viene sostituita.

È inoltre possibile definire il codice di esportazione def, la logica del punto di inserimento e il posizionamento z dell'inserto nella prima riga di definizione:

Designation(text) Number_of_lines_defined(number) Def_export_code(number, see above) Insertion_position(number 1-5) z-position (PALLET / BOTTOM / MIDDLE)

Per specificare la posizione del punto di inserimento degli inserti in utilizzando il file spec_assemblies_def.txt:

1 = Centro di gravità del sotto-assemblaggio

2 = Centro di gravità del box di delimitazione del sotto-assemblaggio

3 = Centro di gravità della parte principale

4 = Centro di gravità della parte principale estesa

5 = Centro di gravità del box di delimitazione della parte principale

Se si seleziona Sì, nessuna rotazione sul pallet, i simboli degli inserti vengono posizionati in base alla rotazione del pannello, ma i simboli stessi non vengono ruotati.

Posizione inserto Z

Selezionare la posizione inserto z. Le opzioni sono Minimo a pallet, Punto iniziale e Z=0. Quando si seleziona Z=0, tutte le parti di montaggio esportate saranno stampate a livello del pallet.

È possibile utilizzare il file spec_assemblies_def.txt per impostare la posizione degli inserti, vedere sopra.

Se non è assegnata, di default viene utilizzata l'impostazione selezionata nella finestra di dialogo.

Ad esempio:

Nella prima linea dell'esempio precedente sono disponibili opzioni aggiuntive per il posizionamento del simbolo dell'inserto:

Quicky è il nome dell'inserto.

4 è il numero delle linee successive.

1 è il tipo di installazione dell'inserto: 1 2 3 11 12 21 22 23 31 32 (vedere sopra).

1 definisce la geometria per cui viene calcolato il centro di gravità, scelte comprese tra 1 e 5, vedere sopra. 1 significa che la posizione del simbolo è definita dal centro di gravità del box di delimitazione del sotto-assemblaggio dell'intera parte di montaggio.

Il plottaggio dei simboli di assemblaggio speciali per Z=0 è pallet, per Minimo a pallet bottom e per Punto iniziale middle.

Isolamento

Definisce le classi o i nomi di isolamento. Le parti corrispondenti verranno esportate come parti di isolamento. Tutte le parti considerate come isolanti vengono esportate nel blocco MOUNPART. Il tipo di parte di montaggio di default per l'isolamento è 03 a meno che non sia sovrascritto.

Tubi elettrici

Definisce le classi o i nomi dei tubi elettrici. Le parti corrispondenti saranno esportate come MOUNPART con geometria di linee. Il tipo di parte di montaggio di default per l'installazione elettrica è 07 a meno che non sia sovrascritto.

Inserto forometria

Definisce le classi o i nomi degli inserti forometrie. Le parti corrispondenti saranno esportate come normali inserti nel blocco MOUNPART. La geometria non verrà presa in considerazione nei blocchi CONTOUR e CUTOUT della parte in calcestruzzo.

Taglio forometria

Definisce le classi o i nomi dei tagli forometrie. Le parti corrispondenti verranno esportate solo rispetto alla loro geometria nel blocco CUTOUT della parte in calcestruzzo. Non verranno esportate nel blocco MOUNPART.

Parte di taglio precedente

Esporta i tagli specificati con una classe o un nome nel blocco MOUNPART. Il tipo di parte di montaggio di default per il box di taglio è 21 a meno che non sia sovrascritto.

Forometria con i simboli di spigolo

Consente di specificare le classi o il nome degli inserti per le forometrie che saranno esportate con i simboli di spigolo anziché con i simboli delle parti di montaggio.

Tutti i tagli come simboli di spigolo

Esporta i tagli rettangolari come 4 parti di montaggio dei simboli di angolo mediante la definizione delle classi o dei nomi. È possibile definire le dimensioni del simbolo nella finestra di dialogo.

Esporta isolante

Scegliere se le parti isolanti vengono esportate nel blocco MOUNPART come inserti utilizzando l'opzione Come inserto (parte mont.) o nel blocco SLABDATE come pannelli in calcestruzzo utilizzando l'opzione Come pannello calcestr. o nel blocco SLABDATE come layer e nel blocco MOUNPART come inserti utilizzando Come layer e inserti.

Esporta superficie

Specifica se il trattamento superficiale viene esportato nel blocco MOUNPART come inserti o nel blocco SLABDATE come pannelli in calcestruzzo. È inoltre possibile utilizzare l'opzione No, che non esporta il trattamento superficiale.

Esporta bordi tagliati

Scegliere come esportare i bordi tagliati come blocco MOUNPART. Le opzioni sono:

  • Tagli con linea

  • Smussi

  • Tagli con linea e smussi

La geometria sarà una linea semplice e MOUNPART avrà nomi fissi. I tagli con linea e gli adattamenti vengono tracciati lungo il bordo di taglio. Gli smussi vengono tracciati sulla linea interna del bordo smussato.

È possibile utilizzare questa impostazione per rappresentare, ad esempio, i tagli su solette standard.

Identif. installazione

Seleziona l'identificazione di installazione per il blocco MOUNPART.

Le opzioni sono Installato (0), Solo stampato (1), Solo installato (2), Non installato, non stampato (3), Installato in armatura (4), Installato automaticamente (5)

Esportazione Unitechnik: Scheda Armatura

È possibile esportare singole barre d'armatura, gruppi di barre d'armatura diritte e piegate e reti poligonali, rettangolari o piegate. La rete rettangolare o poligonale oppure il gruppo di barre d'armatura viene diviso in diverse barre d'armatura singole. Tutte le barre d'armatura vengono esportate nel blocco RODSTOCK.

Opzione

Descrizione

Esportaz. barre - Diritto

Le barre a gancio sono controllate dall'impostazione Diritto, non dall'impostazione Piega.

Tutte incluse con ganci - Vengono esportate le barre d'armatura diritte. I ganci sono supportati.

Tutte senza ganci - Esporta solo le barre d'armatura diritte senza ganci.

Raccolte - L'armatura non raccolta è esclusa dall'esportazione.

Esportaz. barre - Piegate

Tutto - Le barre d'armatura piegate vengono esportate.

Raccolte - L'armatura non raccolta è esclusa dall'esportazione.

Esportazione rete

Se l'opzione è impostata su , vengono esportate reti poligonali o rettangolari. I ganci sono supportati. È possibile definire separatamente l'impostazione per reti diritte e piegate.

È inoltre possibile selezionare se vengono spianarle lungo la linea più lunga o parallelamente al pallet.

Armatura piegata come spianata

Se impostata su , l'armatura piegata viene esportata come spianata.

Anche i ganci sono supportati per l'armatura spianata ed è possibile selezionare Sì, con ganci di estremità. Vengono rilevati ganci con forma 0, 2 e 5.

Reti piegate con ganci finali esporta le sagome dei ganci terminali L, S e U (forma di flessione 1, 4 e 5) sotto forma di ganci terminali secondo le specifiche Unitechnik. Le altre sagome sono esportate come forme di flessione libera come in precedenza.

Utilizzando l'opzione Solo reti, è possibile esportare le reti piegate come spiegate, mentre l'altra armatura piegata viene esportata come piegata.

È possibile scegliere tra due punti iniziali d'armatura: Origine nella barra d'armatura spianata o Origine nel punto iniziale barra d'armatura. L'origine in una barra d'armatura spianata utilizza il primo punto del segmento principale della barra d'armatura o della barra di rete a seconda dell'orientamento della barra d'armatura nell'esportazione. L'opzione influisce anche sul livello z dell'armatura nel file Unitechnik risultante. I punti iniziali non sono influenzati dalle opzioni di spianatura.

Esporta reti come

Consente di impostare la rotazione del piano della rete nel file di esportazione. Le opzioni sono:

Standard

Inserti: esportati come parti di montaggio.

Ruotato nel pallet: tutte le reti verranno ruotate individualmente in linea con gli assi del pallet.

Nomi o classi travi controventate

Immettere la classe o il nome di barre d'armatura, barre in acciaio o profili che rappresentano le travi controventate. Ad esempio, 15 17 5 indica che le parti con classe 15, 17 o 5 sono considerate come travi controventate.

È possibile esportare le travi controvento all'interno del blocco STEELMAT utilizzando l'opzione All'interno del blocco STEELMAT. È inoltre possibile esportare le travi controventate Z con coordinata 0 utilizzando l'opzione Senza copriferro. Di default, le travi controventate vengono esportate all'esterno del blocco STEELMAT.

Le travi controventare sono rappresentate come linea singola, collocata in base alla selezione effettuata:

  • Come segmento superiore trave controventata (default): la geometria del segmento principale (segmento superiore) con tutte le informazioni è inclusa nell'esportazione.

  • Come segmenti inferiori trave controventata: la trave controventata viene esportata come singolo oggetto ma con la quantità numero 2 con la spaziatura inclusa.

  • Come tutti i segmenti trave controventata: un oggetto come sopra ma con la quantità numero 3.

  • Come segmento superiore con simboli di estremità: 2 simboli della parte di montaggio sono posizionati nei punti finali del segmento superiore verso la direzione della trave controventata, linea lunga 20 mm. Inoltre, sono aggiunte le suddette informazioni BRGIRDER.

  • Come segmenti inferiori con simboli di estremità: 4 simboli della parte di montaggio sono posizionati nei punti finali del segmento inferiore verso la direzione della trave controventata, linea lunga 20 mm. Inoltre, sono aggiunte le suddette informazioni BRGIRDER.

  • Solo simboli di estremità segmento superiore: 2 simboli della parte di montaggio sono posizionati nei punti finali del segmento superiore verso la direzione della trave controventata, linea lunga 20 mm. Nessun BRGIRDER.

  • Solo simboli di estremità segmento inferiore: 4 simboli della parte di montaggio sono posizionati nei punti finali del segmento inferiore verso la direzione della trave controventata, linea lunga 20 mm. Nessun BRGIRDER.

Tipo esportazione armatura

Definisce la struttura del file esportato per l'armatura.

Solo impianto con robot di posizione

Tutte le armature, compresi gli oggetti rete, saranno esportate come singole rodstock all'interno della slabdate.

Produzione di barre armat. saldate

Se il tipo di esportazione è impostato su Produzione di barre armat. saldate, i gruppi di barre vengono esportati come singoli rodstock, mentre gli oggetti rete vengono esportati come rodstock all'interno dei blocchi STEELMAT.

La struttura del file di output (è mostrato solo uno SLABDATE):

Raggruppa armatura

La struttura del file di output corrisponde a quella per Produzione di barre armat. saldate. Questa opzione consente di radunare reti, barre d'armatura singole e gruppi di barre d'armatura in gruppi esportati in un unico blocco STEELMAT. I gruppi vengono raggruppati in base al campo Raggruppa in base a. È inoltre possibile raggruppare le reti che appartengono a unità di getto diverse.

1 (colore arancione): La rete appartiene al pannello inferiore dell'unità di getto, il nome della rete è MESH1.

2 (colore blu): Due barre singole, il nome è MESH1.

3 (colore verde): Un gruppo di barre d'armatura appartiene al pannello superiore, il nome MESH1.

Se l'opzione Tipo esportazione armatura è impostata su Raduna armatura e l'opzione Raduna in base a è impostata su Nome, tutti e tre i diversi tipi di armatura vengono radunati in una rete, che viene esportata in un blocco STEELMAT.

Altri gruppi di barre d'armatura non designati vengono esportati come singoli rodstock. Se la rete raccolta contiene solo una barra d'armatura, viene esportata come singolo rodstock senza STEELMAT.

Barre saldate designate

Questa opzione funziona allo stesso modo di Produzione di barre armat. saldate, ma è possibile utilizzarla con l'opzione Raduna in base a per indicare le barre d'armatura che costituiranno i layer principali con il tipo di armatura 1 o 2, mentre le barre d'armatura rimangono come RODSTOCK in base al tipo di oggetto.

Raggruppa in base a

Selezionare la modalità di raggruppamento delle reti. Le reti con una barra vengono esportate come un'unica barra d'armatura.

  • Nome

    Le reti, le singole barre d'armatura e i gruppi di barre d'armatura con lo stesso nome vengono raggruppati in reti. Reti, singole barre d'armatura e gruppi di barre d'armatura con lo stesso nome equivalgono a una rete nel file esportato.

  • Classe

    Le reti, le singole barre d'armatura e i gruppi di barre d'armatura con lo stesso numero di classe vengono raggruppati in reti. Reti, singole barre d'armatura e gruppi di barre d'armatura con un numero di classe equivalgono a una rete nel file esportato.

  • Tipo

    Le reti, le singole barre d'armatura e i gruppi di barre d'armatura con lo stesso materiale vengono raggruppati in reti.

  • UDA

    Le reti, le singole barre d'armatura e i gruppi di barre d'armatura con lo stesso attributo utente vengono raggruppati in reti.

    Il valore inserito nella casella accanto a questa opzione è il valore UDA.

Raggruppa se la distanza è inferiore a

Definisce la distanza massima tra le barre d'armatura della rete da raccogliere in unico STEELMAT.

Raggruppamento barre d'armatura

Raggruppa barre d'armatura con spaziatura uguale. Le barre d'armatura simili vengono esportate utilizzando la riga RODSTOCK con la giusta quantità e spaziatura. Le opzioni sono e No (default).

Il raggruppamento delle barre d'armatura è destinato principalmente alla produzione di reti e armature semplici.

Lunghezza barre d'armatura

Scegliere la modalità di calcolo della lunghezza delle barre d'armatura.

  • Linee al centro

  • Linee al bordo (solo lunghezza totale)

  • Linee al bordo (tutte le lunghezze segmenti) calcola le lunghezze dei segmenti delle barre d'armatura sul bordo delle barre.

  • GetValue(Length) (solo lunghezza totale)

Diametro barre di rinforzo

Scegliere la modalità di esportazione del diametro delle barre d'armatura. Le opzioni sono:

Questa selezione influisce sui risultati dell'opzione Lunghezza barra d'armatura.

Limite angolo direz. barra armatura

Scegliere se la direzione di partenza delle barre d'armatura nel piano XY è limitata, come richiesto in alcune interfacce di produzione.

  • No

    Le barre d'armatura vengono esportate così come sono modellate in Tekla Structures.

  • Da 0 a 180

    Le barre d'armatura vengono esportate in modo tale che l'angolo di partenza sia inferiore a 180 gradi e che quindi siano sempre orientate verso una direzione y positiva del pallet.

    In questo caso, il punto di partenza della barra d'armatura sarà sempre l'estremità della barra d'armatura con la coordinata Y più piccola.

  • Da 0 a 180 in ordine

    Come sopra, ma con le barre d'armatura vengono ordinate in base all'angolo di direzione della barra d'armatura: le barre d'armatura con angoli inferiori vengono posizionate per prime.

  • Da 180 a 0 in ordine

    Le barre d'armatura vengono ordinate in base all'angolo di direzione della barra d'armatura. Le barre d'armatura con angoli superiori vengono posizionate per prime.

Primo angolo di piegatura

Consente di impostare il primo angolo di piegatura del tondino di libera inflessione come positivo o negativo (come richiesto da alcune interfacce). Le opzioni sono:

  • Sempre positivo

  • Consenti positivo o negativo

Tipi d'armatura

Seleziona i tipi di barre d'armatura in una rete da esportare. È inoltre possibile specificare l'UDA per la maggior parte delle opzioni. Le opzioni sono:

  • Usa 1, 2 e 4

  • Usa 1, 2, 4, 5, 6, 8 e UDA (valore di default)

  • Usa 1, 2, 8 e UDA

  • Usa 1, 2, 4, 8 e UDA

  • Usa 1, 2 e UDA

1 e 2 sono per le aste nelle barre longitudinali e trasversali della faccia inferiore. Con l'opzione Usa 1, 2 e UDA, il layer delle barre d'armatura più basso, comprese tutte le barre nella stessa direzione, viene esportato con il tipo di barra d'armatura 1 e tutti gli altri layer vengono esportati come tipo 2.

5 e 6 sono per le aste nelle barre longitudinali e trasversali della faccia superiore.

4 è per altre barre d'armatura poste nel rinforzo dell'elemento.

8 è per le barre sciolte saldate in reti prefabbricate.

Inoltre, è possibile utilizzare l'opzione Barra d'armatura inferiore = tipo 1 per specificare che le barre d'armatura tipo 1 saranno sempre le barre d'armatura più basse di una rete indipendentemente dall'orientamento della rete sul pallet.

Classi per barre sciolte (tipo 8)

Immettere le classi delle barre d'armatura sciolte da raggruppare. Le barre fanno parte di una rete e vengono esportate come barre d'armatura di tipo 8.

Classi per barre d'armatura non automatiche

Immettere le classi delle barre d'armatura da etichettare per la produzione non automatizzata.

Tipo di distanziatore

È possibile aggiungere informazioni sul tipo di distanziatore nel primo layer dell'armatura (tipo d'armatura Unitechnik 1). Il tipo di distanziatore viene aggiunto al rispettivo blocco tipo distanziatore nel blocco rodstock all'interno del file Unitechnik. Le opzioni sono:

Automatico, tipo di barra d'armatura 1: Calcola automaticamente il tipo di distanziatore in base al copriferro. Quando il tipo di armatura è 1 e l'elemento è più sottile di 100 mm, viene esportato il tipo di distanziatore.

Automatico, tutti i tipi di barre: Il tipo di distanziatore viene sempre calcolato per ogni barra d'armatura.

Tipo distanziatore definito da utente: Immettere il tipo di distanziatore da inserire in tutte le barre d'armatura del primo layer.

No: Lascia 0 come tipo di distanziatore.

Posizione iniziale distanziatore

Inserire la prima posizione iniziale del distanziatore dal punto iniziale della barra d'armatura, ad esempio 500 (mm).

Passo distanziatore

Immettere le informazioni sul passo del distanziatore dal punto iniziale in avanti, ad esempio, 1000 (mm).

Livello layer barra di rete

Seleziona la modalità di calcolo dei livelli delle barre della rete. Le opzioni sono:

  • Livello effettivo: questo è il livello di barra relativo nel modello.

  • Per livello più alto: tutte le barre nel layer vengono spostate nel livello della barra con la posizione z più alta.

  • Per dimensione cavo: il livello relativo del secondo layer è scritto in base alle dimensioni della barra.

  • Manuale: Il secondo livello della barra di layer può essere definito manualmente.

Aggiungere barre rete stabiliz.

Scegliere se estendere le barre della rete d'armatura attraverso le forometrie per stabilizzare la rete. Utilizzare per le reti con forometrie grandi.

Passo max tra barre stabiliz.

Immettere un valore per definire il passo massimo tra i fili che stabilizzano la rete d'armatura. Pertanto, la quantità minima di barre aggiuntive sarà estesa entro questo valore del passo della barra completa più vicina in prossimità della forometria.

Ordinamento reti

Scegliere se le reti sono ordinate.

Offset reti

Scegliere se la rete include un offset definito nel blocco STEELMAT. Se l'opzione è impostata su , il valore per la direzione X e Y è impostato su zero. Se l'opzione è impostata su No, i valori X e Y vengono esportati in base alla situazione modellata.

Esportazione Unitechnik: scheda Convalida

Opzione

Descrizione

Disegna geometria analizzata

La geometria esportata può essere visualizzata con Disegna geometria analizzata.

Selezionare se verificare che la geometria delle parti esportata sia corretta. Mostra le linee che rappresentano il rettangolo esportato della forma di base, la geometria esportata delle parti, i tagli, gli inserti e l'armatura. Gli inserti sono proiettati sul piano della forma di base. le linee d'armatura sono posizionate all'interno di ciascuna barra d'armatura in stato piegato o spiegato a seconda dell'opzione selezionata per l'impostazione Armatura piegata come spianata nella scheda Armatura.

  1. Area proiettata sul pallet
  2. Geometria dell'elemento principale e posizione dei piani di scansione
  3. Geometria tagli
  4. Geometria inserto e punto di inserimento riferimento con direzione di rotazione

Questa impostazione potrebbe avere effetti significativi sulla velocità di elaborazione dell'esportazione.

Disegna asse pallet Seleziona se visualizzare il sistema di coordinate. Gli assi sono visualizzati con linee tratteggiate.
Verifica da parete a pallet Seleziona se l'esportazione verifica la dimensione della parete rispetto a quella del pallet. Se si seleziona l'opzione Sì, non esportare se superato, le opzioni Spessore paletta, Lunghezza pallet e Spessore max unità di getto possono essere vuote.
Spessore paletta Definire la larghezza del pallet.

Sulla base della larghezza e della lunghezza del pallet, l'opzione Verifica da parete a pallet consente di controllare se un elemento della parete è troppo grande per adattarsi a un pallet. Se l'elemento della parete non rientra in un pallet, viene ruotato.

Lunghezza pallet

Definire la lunghezza del pallet.

Spessore max unità di getto

Definire lo spessore massimo dell'unità di getto.

Per evitare collisioni con la camera di asciugatura, lo spessore massimo di un'unità di getto deve essere inferiore all'apertura massima della camera di asciugatura.

Limitazione diametro barra d'armatura

Diametro massimo e minimo delle barre d'armatura da esportare.

Limitazione lunghezza barra d'armatura

Lunghezza minima e massima delle barre d'armatura da esportare.

Limitazione lunghezza ala barra d'armatura

Lunghezza minima e massima per singola sezione di segmento all'interno di una barra d'armatura piegata da esportare.

Limite lunghezza barra di rete (lungo)

Diametro massimo e minimo delle barre d'armatura longitudinali da esportare.

Limitazione lunghezza barra di rete (trasversale)

Lunghezza minima e massima delle barre d'armatura trasversali all'interno di una rete da esportare.

Limite lunghezza segmento barra di rete

Lunghezza minima e massima per singola sezione di segmento all'interno di una barra della rete piegata da esportare.

Limite sporgenza barra di rete

Lunghezza minima e massima per la sezione di sporgenza della barra di rete prima del primo punto di saldatura a filo incrociato e dopo l'ultimo punto di saldatura a filo incrociato da esportare.

Limite passo barra di rete

Valori del passo ammessi per le barre di rete separati da uno spazio vuoto da esportare. Se non è presente alcun valore aggiunto, non ci sono limitazioni per la spaziatura.

Esporta altri

Queste operazioni sono destinate agli oggetti che non hanno superato la convalida:

  • Rimuovi fili di rete non validi: Escludere solo i fili della rete non validi e non l'intera rete quando alcuni dei fili della rete non superano la convalida.

  • Sì, come sciolti (tipo 4 o 8): esporta barre d'armatura non valide come barre d'armatura sciole di tipo 4 o 8.

  • Sì, ignora limitazione: le limitazioni di lunghezza e diametro vengono ignorate.

  • Sì, come non automatico: esporta le barre d'armatura non valide come non automatiche.

  • Impedisci esportazione

  • Escludi tutti: esclude l'intera rete dall'esportazione se uno dei fili non supera la convalida.

Quando una barra d'armatura non supera la convalida, viene visualizzato un messaggio di log.

Esportazione Unitechnik: Scheda Dati armatura

Nella colonna a destra immettere la stringa UDA o personalizzata, ove applicabile. In questa scheda, è possibile aggiungere solo gli attributi di dati e non gli attributi geometrici. Le informazioni aggiunte controllano i dati dell'unità di armatura (armatura singola, rete, trave controventata o gabbia). Gli attributi sono opzionali o obbligatori. La lunghezza di alcuni dei campi può essere limitata nel formato UT, pertanto mantenere le stringhe corte.

In base all'impostazione, è possibile aggiungere i seguenti attributi: Nome, Tipo, Classe, ID barra arm., ID rete, Posizione rete,UDA, UDA (parte principale), UDA (barra d'armatura), UDA parte, UDA parte principale, Fase, Testo definito dall'utente, Classe + testo attributo utente, Modello e Testo[Template]#Contatore.

Testo[Template]#Contatore:

  • Il testo può essere qualsiasi testo, compresi i segni di punteggiatura.
  • Scrivere i modelli tra parentesi [].
  • # aggiunge un numero consecutivo se il contenuto di dati è uguale in più voci.
  • È possibile immettere più modelli e utilizzare i delimitatori di testo, ad esempio [ASSEMBLY_POS]-[REBAR_POS].
  • Se si avvia Testo[Template]#Contatore con un modello, aggiungere uno spazio come il primo carattere prima della parentesi.
  • Gli attributi template vengono letti dalla singola armature, rete, trave controventata o gabbia.
  • È inoltre possibile utilizzare gli attributi relativi a un altro livello gerarchico, ad esempio, gli UDA assemblaggio della barra d'armatura.
  • È possibile utilizzare <VALUE> per cercare informazioni su un UDA parte e {VALUE} per cercare informazioni su un UDA assemblaggio. In questo modo è possibile utilizzare una stringa più corta anziché dover utilizzare una proprietà template per designare gli UDA.

Opzione

Descrizione

Barre d'armatura: Numero articolo - Barra d'armatura

Selezionare quale proprietà esportare come numero articolo della barra d'armatura per le barre d'armatura.

Barre d'armatura: Numero articolo - Rete

Selezionare quale proprietà esportare come numero articolo della rete per le barre d'armatura.

Reti: Numero articolo - Barra d'armatura

Selezionare quale proprietà esportare come numero articolo della barra d'armatura per le reti.

Reti: Numero articolo - Rete

Selezionare quale proprietà esportare come numero articolo della rete per le reti.

Reti: Designazione reti

Selezionare quali informazioni esportare sulle reti.

Reti: Testo Info 1 (UT 6.0)

Il campo di informazioni viene compilato con i dati selezionati.

Reti: Testo Info 2 (UT 6.0)

Il campo di informazioni viene compilato con i dati selezionati.

Designazione segmento saldato

Designare il segmento saldato nelle barre delle reti piegate se solo un segmento viene saldato ai cavi trasversali. Quando si seleziona , vengono esportate le informazioni sulla designazione del segmento saldato.

Trefoli UT (6.0): Forza di trazione (KN)

È ora possibile utilizzare l'UDA della parte principale (UDA (parte principale)) o l'UDA delle barre d'armatura (UDA (barra d'armatura)) per includere informazioni sulla forza di trazione del trefolo nell'esportazione Unitechnik.

Se si seleziona Vuoto, le informazioni sulla forza di trazione del trefolo non vengono esportate.

Questa impostazione funziona solo per le barre d'armatura impostate sul tipo 9 nella casella Tipo d'armatura Unitechnik nella scheda Unitechnik nelle proprietà definite dall'utente delle barre d'armatura.

Blocco BRGIRDER: Tipo travi controventate

Selezionare il valore di stringa del campo tipo putrella nel blocco BRGIRDER nel file esportato.

  • Vuoto

    La stringa non viene esportata.

  • Nome

    Viene esportato il nome del tipo travi controventate. Se il nome della parte superiore di una trave controventata è vuoto, vengono controllati i nomi delle barre.

  • UDA

    È possibile esportare i valori degli attributi utente per un tipo di trave controventata (tipo), il numero articolo della trave controventata (art_number) o il nome del produttore della trave controventata (fabricator).

    È possibile aggiungere UDA alla trave controventata se le parti sono state create utilizzando il componente di sistema Trave controventata (88) o Trave controventata (89) e si sono immessi i valori necessari nelle finestre di dialogo dei componenti.

  • Testo definito dall'utente

    Viene esportato il valore immesso nella casella accanto all'opzione.

BLOCCO CAGE: Designazione gabbia d'armatura

Selezionare quali informazioni sulla gabbia esportare nel Blocco CAGE (UT 6.1).
BLOCCO CAGE: Forma gabbia base

Selezionare le informazioni da visualizzare come forma sostegno base.

BLOCCO CAGE: Testo Info 1

Il campo di informazioni viene compilato con i dati selezionati.

BLOCCO CAGE: Testo Info 2

Il campo di informazioni viene compilato con i dati selezionati.

Esportazione Unitechnik: Scheda Dati blocco INTESTAZIONE

Nella colonna a destra immettere la stringa UDA o personalizzata, ove applicabile. In questa scheda, è possibile aggiungere solo gli attributi di dati e non gli attributi geometrici. Gli attributi sono opzionali o obbligatori. La lunghezza di alcuni dei campi può essere limitata nel formato UT, pertanto mantenere le stringhe corte.

In base all'impostazione, è possibile aggiungere i seguenti attributi: Numero progetto, Nome progetto, Posizione unità di getto, Codice posizione unità di getto,Numero controllo assemblaggio (ACN), ID unità di getto, Prefisso unità di getto (2 cifre), Marca di revisione disegno di unità di getto, Proprietà progetto - nome, Proprietà progetto - indirizzo, Nome file con estensione, Nome file senza estensione, Versione Tekla Structures, ID parte principale, UDA progetto, UDA parte principale, UDA parte principale (UT_Product_code), Fase, Testo definito dall'utente, Nome utente, Template parte principale, Modello e Testo[Template]#Contatore.

Testo[Template]#Contatore:

  • Il testo può essere qualsiasi testo, compresi i segni di punteggiatura.
  • Scrivere i modelli tra parentesi [].
  • # aggiunge un numero consecutivo se il contenuto di dati è uguale in più voci.
  • È possibile immettere più template e utilizzare i delimitatori di testo.
  • Se si avvia Testo[Template]#Contatore con un modello, aggiungere uno spazio come il primo carattere prima della parentesi.
  • Gli attributi di template vengono letti dalla parte principale.
  • È inoltre possibile utilizzare gli attributi relativi a un altro livello gerarchico.
  • È possibile utilizzare <VALUE> per cercare informazioni su un UDA parte e {VALUE} per cercare informazioni su un UDA assemblaggio. In questo modo è possibile utilizzare una stringa più corta anziché dover utilizzare una proprietà template per designare gli UDA.

Opzione

Descrizione

Nome di ordine

I campi di ordine nel blocco INTESTAZIONE sono completati con i dati selezionati.

Sezioni nome file: Specificare una stringa costituita da numeri che si riferiscono alle 6 sezioni della maschera del nome file esportata specificata nella scheda Principale. È possibile digitare numeri da 1 a 6 e delimitatori , . _ e - nel campo di inserimento libero per esportare qualsiasi combinazione di stringhe utilizzata nel nome file, in qualsiasi ordine. Ad esempio, 1-2-3 o 2_5_6.

Nome del componente

I campi del componente nel blocco INTESTAZIONE sono completati con i dati selezionati.

Numero disegno

I campi numero disegno nel blocco INTESTAZIONE sono completati con i dati selezionati.

Sezioni nome file: Specificare una stringa costituita da numeri che si riferiscono alle 6 sezioni della maschera del nome file esportata specificata nella scheda Principale. È possibile digitare numeri da 1 a 6 e delimitatori , . _ e - nel campo di inserimento libero per esportare qualsiasi combinazione di stringhe utilizzata nel nome file, in qualsiasi ordine. Ad esempio, 1-2-3 o 2_5_6.

Revisione disegno

I campi di revisione disegno nel blocco INTESTAZIONE vengono completati con i dati selezionati e viene esportata la marca di revisione del disegno.

Codice Prodotto

I campi del codice prodotto nel blocco INTESTAZIONE sono completati con i dati selezionati.

Testo linea di progetto 1 - Testo linea di progetto 4

I campi delle informazioni di progetto (3a linea) nel blocco INTESTAZIONE vengono compilati con i dati selezionati.

Creazione file (UT 6.0)

È possibile scegliere di esportare le informazioni sulla versione di Tekla Structures, il nome utente il testo definito dall'utente nel blocco INTESTAZIONE.

Campo libero (UT 5.2)

Solo per Unitechnik 5.2. È possibile scegliere di esportare le seguenti informazioni nel blocco INTESTAZIONE: nome utente, testo definito dall'utente, nome file con estensione, nome file senza estensione o nome modello.

Cantiere - nome

Nome del cantiere.

Cantiere - via

Indirizzo stradale del cantiere.

Cantiere - codice postale

Codice postale del cantiere.

Cantiere - posizione

Città o paese in cui si trova il cantiere.

Proprietario edificio - nome

Nome del proprietario dell'edificio.

Proprietario edificio - via

Indirizzo stradale del proprietario dell'edificio.

Proprietario edificio - codice postale

Codice postale del proprietario dell'edificio.

Proprietario edificio - posizione

Città o paese in cui si trova l'indirizzo stradale del proprietario dell'edificio.

Unità di template campo dati: N. di cifre dopo il punto decimale

Specificare il numero di decimali dopo il separatore decimale nelle unità template del campo dati.

Esportazione Unitechnik: Scheda Dati blocco SLABDATE

Nella colonna a destra immettere la stringa UDA o personalizzata, ove applicabile. In questa scheda, è possibile aggiungere solo gli attributi di dati e non gli attributi geometrici. Gli attributi sono opzionali o obbligatori. La lunghezza di alcuni dei campi può essere limitata nel formato UT, pertanto mantenere le stringhe corte.

In base all'impostazione, è possibile aggiungere i seguenti attributi: Contatore, Numero unità di getto, Posizione unità di getto, Posizione della parte, Marca parte, Nome parte, Codice posizione unità di getto, Nome unità di gettoGUID unità di getto, Numero controllo assemblaggio (ACN), ID unità di getto, Prefisso unità di getto, Spessore unità di getto, Spessore parte in calcestruzzo, Larghezza unità di getto, Larghezza parte in calcestruzzo, Spessore parte principale,ID parte principale, GUID parte principale, UDA parte principale, Materiale, Nome, UDA, Testo definito dall'utente, Fase, Quantità totale parti, Template parte principale, Peso parte, Peso unità, Peso unità di getto, Sì, con asse X e asse Y scambiati, Template e Testo[Template]#Contatore.

Testo[Template]#Contatore:

  • Il testo può essere qualsiasi testo, compresi i segni di punteggiatura.
  • Scrivere i modelli tra parentesi [].
  • # aggiunge un numero consecutivo se il contenuto di dati è uguale in più voci.
  • È possibile immettere più template e utilizzare i delimitatori di testo.
  • Se si avvia Testo[Template]#Contatore con un modello, aggiungere uno spazio come il primo carattere prima della parentesi.
  • Gli attributi di template vengono letti dalla parte principale.
  • È inoltre possibile utilizzare gli attributi relativi a un altro livello gerarchico.
  • È possibile utilizzare <VALUE> per cercare informazioni su un UDA parte e {VALUE} per cercare informazioni su un UDA assemblaggio. In questo modo è possibile utilizzare una stringa più corta anziché dover utilizzare una proprietà template per designare gli UDA.

Opzione

Descrizione

Numero soletta

Il campo Numero soletta nei blocchi SLABDATE viene riempito con i dati selezionati.

Sezioni nome file: Specificare una stringa costituita da numeri che si riferiscono alle 6 sezioni della maschera del nome file esportata specificata nella scheda Principale. È possibile digitare numeri da 1 a 6 e delimitatori , . _ e - nel campo di inserimento libero per esportare qualsiasi combinazione di stringhe utilizzata nel nome file, in qualsiasi ordine. Ad esempio, 1-2-3 o 2_5_6.

Tipo di scaricamento

Specificare il tipo di scaricamento. Le opzioni sono:

  • Posizione

  • Tabella inclinazione

  • UDA parte principale

È possibile sovrascrivere questa impostazione nella scheda Unitechnik per le parti in calcestruzzo prefabbricate, che sovrascrive l'impostazione della finestra di dialogo di esportazione.

Tipo di trasporto

Esportare le informazioni sui mezzi di trasporto.

È possibile sovrascrivere questa impostazione nella scheda Unitechnik per le parti in calcestruzzo prefabbricate, che sovrascrive l'impostazione della finestra di dialogo di esportazione.

Numero unità trasporto, Numero sequenza trasporto

Definisce un valore per l'unità di trasporto e numeri di sequenza nei blocchi SLABDATE.

Questo può essere definito negli UDA della parte.

N. livello cumulo trasporto

Specificare il numero di livello cumulo trasporto nei blocchi SLABDATE. Se sono presenti elementi nella pila che devono essere stratificati sullo stesso livello, viene utilizzato il livello di cumulo.

Ad esempio, è possibile utilizzare un cumulo di 6 solette, ciascuna delle quali con numeri di livello cumulo sequenziali 1, 2, 3. 6.

Questo può essere definito negli UDA della parte.

Classe di esposizione

Esportare la classe di esposizione. È possibile scegliere di eseguire la lettura dagli UDA parti o utilizzare un'altra opzione.

Spessore complessivo

Scegliere quale valore verrà esportate come spessore totale. Le opzioni sono Spessore unità di getto, Spessore parte in calcestruzzo, Spessore parte principale, Template e Larghezza doppio muro.

Larghezza doppio muro è la stessa di Spessore unità di getto, ma viene sempre richiesta dall'unità di getto principale, indipendentemente da come è modellata. Anche il secondo pannello riceverà anche la larghezza totale dell'unità di getto.

Spessore produzione

Calcola lo spessore di produzione nel blocco SLABDATE in base alla larghezza dell'unità di getto, alla larghezza della parte in calcestruzzo o alla larghezza della parete doppia.

Larghezza doppio muro è la stessa di Larghezza unità di getto, tuttavia viene sempre richiesta dall'unità di getto principale, indipendentemente dalla modalità di modellazione. Anche il secondo pannello riceverà anche la larghezza totale dell'unità di getto.

Quando si esportano pareti doppie: Con l'opzione Larghezza unità di getto lo spessore dell'unità di getto viene esportato per entrambi i pannelli.

Esporta larghezza spazio pannello

Controlla o disabilita l'esportazione del valore di larghezza della distanza. Le opzioni sono:

  • No: non viene esportata alcuna distanza.

  • Solo pareti doppie: la distanza viene esportata solo per le pareti doppie. Questa è l'opzione di default, poiché il valore deve essere utilizzato solo con pareti doppie nella maggior parte dei sistemi di controllo.

  • Pannelli stratificati: la distanza viene esportata per tutti i pannelli con più layer in calcestruzzo, come pareti doppie e pareti a sandwich.

Peso produzione Impostare il tipo di peso SLABDATE. Le opzioni sono Peso parte, Peso unità, Peso unità di getto e Template.

Volume in calcestruzzo

Impostare il tipo di volume. È possibile selezionare la parte in calcestruzzo o specificare una proprietà del template di volume in calcestruzzo definita dall'utente.

Dimensioni massime

Specifica la modalità di esportazione della lunghezza e della larghezza della parte massima SLABDATE. Le opzioni sono:

  • Box di delimitazione parte principale (valore di default): controlla la geometria della parte principale

  • Box di delimitazione unità di getto: controlla l'intera geometria dell'unità di getto, inclusi tutti gli inserti sporgenti

  • Contorno analizzato: controlla tutti i poligoni di contorno

  • Tutte le parti analizzate: controlla tutti i poligoni di contorni e inserti

Qualità layer Impostare la qualità di slabdate. Le opzioni sono nome, template, materiale e UDA.

Designazione elemento

Designa i dati relativi all'elemento esportato.

Testo info 1 (UT 6.0) - Testo info 4 (UT 6.0)

I campi delle informazioni (1-4) nei blocchi SLABDATE e MOUNPART vengono compilati con i dati selezionati.

Esporta coordinate progetto

Seleziona la modalità di esportazione delle coordinate di progetto.

Le opzioni sono:

No

Sì, origine modello: usa l'origine del modello.

Sì, con asse X e asse Y scambiati: l'asse X e l'asse Y vengono scambiati.

Sì, variante speciale A (versione 5.2 b): esporta i file UNITECHNIK compatibili con il software stacker IDAT. Questa impostazione è disponibile solo per la versione 5.2b di Unitechnik.

Sì, punto di base progetto: usa il punto di base del progetto.

Sì, punto di base corrente: utilizza il punto di base attualmente selezionato nel modello.

Esporta quantità

È possibile esportare la quantità di elementi nel blocco SLABDATE. Se i set esportati dispongono di più unità di getto, la loro quantità sarà marcata nel campo numero di riferimento SLABDATE. I set di esportazione sono definiti dalla definizione del nome file o dalla posizione dell'unità di getto. Le opzioni sono:

  • No: 000 scritto nel campo (valore di default)

  • Sempre 1: 001 scritto nel campo indipendentemente dal fatto che i nomi file siano univoci o meno

  • Dalla selezione: se le unità di getto nella selezione di esportazione presentano nomi file identici, saranno esportate con solo 1 file e la quantità totale del set viene scritta nel campo

  • Dal totale nel modello: la quantità totale delle unità di getto con posizione identica in qualsiasi punto del modello è scritta nel campo

Esportazione Unitechnik: Scheda Dati blocco MOUNPART

In questa scheda, è possibile aggiungere solo gli attributi di dati e non gli attributi geometrici. Gli attributi sono opzionali o obbligatori. La lunghezza di alcuni dei campi può essere limitata nel formato UT, pertanto mantenere le stringhe corte.

Metodo di utilizzo di Testo[Template]#Contatore:

  • Il testo può essere qualsiasi testo, compresi i segni di punteggiatura.
  • Scrivere i modelli tra parentesi [].
  • # aggiunge un numero consecutivo se il contenuto di dati è uguale in più voci.
  • È possibile immettere più template e utilizzare i delimitatori di testo.
  • Se si avvia Testo[Template]#Contatore con un modello, aggiungere uno spazio come il primo carattere prima della parentesi.
  • Gli attributi template vengono letti dalla parte principale dell'assemblaggio inserto.
  • È inoltre possibile utilizzare gli attributi relativi a un altro livello gerarchico.

Le parti in acciaio hanno una scheda Parte di montaggio Unitechnik, in cui è possibile specificare i dati che sovrascrivono le impostazioni definite nella scheda Dati blocco MOUNPART della finestra di dialogo Esporta Unitechnik (79).

Opzione

Descrizione

Tipo parte di montaggio

È possibile definire il tipo di parte di montaggio nel blocco MOUNTPART per UDA, classe o nome.

Numero di riferimento

È possibile definire il numero di riferimento di una parte di montaggio nel blocco MOUNTPART per UDA.

Nome parte montaggio Immettere il nome MOUNTPART.
Testo Info 1 (UT 6.0) Il campo di informazioni viene riempito con i dati selezionati.
Testo Info 2 (UT 6.0) Il campo di informazioni viene riempito con i dati selezionati.

Esportazione Unitechnik: Scheda Attributi linea

Gli attributi di linea vengono esportati automaticamente in base alla sagoma bordo dell'elemento e della forometria. Se lo stabilimento non usa i codici degli attributi di linea standard Unitechnik, è possibile sovrascrivere questi codici esportati. Talvolta i valori degli attributi delle linee che vengono esportati nei file Unitechnik non sono adatti a tutte le situazioni. Ad esempio, per mantenere la leggerezza del modello o un'ampia standardizzazione dei prodotti, è possibile avere un numero inferiore di smussi nel modello rispetto al numero effettivamente presente nella struttura. Pertanto, è possibile ignorare alcuni attributi nell'esportazione, così il modello rimane leggero ma i file Unitechnik esportati sono corretti. Per farlo, è possibile utilizzare le opzioni nella scheda Attributi linea.

Opzione

Descrizione

Esporta attributi linea per contorno

Seleziona se, nell'esportazione, i valori degli attributi linea vengono utilizzati per i contorni (Esporta attributi linea per contorno) oppure per i fori (Esporta attributi linea per contorni).

  • Nessuno

    I valori degli attributi linea non vengono utilizzati.

  • Tutte le linee

    I valori degli attributi linea vengono utilizzati per tutte le linee.

  • Solo linee esterne

    I valori degli attributi linea vengono utilizzati solo per le linee più esterne nella parte:

Questa opzione è disponibile solo per i contorni.

Sovrascrivi attributi linea analizzati

Limita la sovrascrittura a casi specifici. Le opzioni sono Tutto, Ruotato, Non ruotato, Prima pannello e Secondo pannello. La prima opzione influisce sulle 3 impostazioni di sovrascrittura precedenti e la seconda opzione influisce sulle 3 impostazioni riportate di seguito.

Ruotato e Non ruotato si applicano a tutte le rotazioni nella direzione XY, manuali e automatiche.

Sostituzione della linea del bordo

È possibile indicare fino a sei modifiche della linea del bordo nell'esportazione degli attributi linea.

Nessuna linea del bordo viene sostituita.

Vengono sostituite le linee di bordo più esterne verticali all'inizio.

Vengono sostituite le linee più esterne orizzontali nella parte inferiore.

Vengono sostituite le linee di bordo più esterne verticali alla fine.

Vengono sostituite le linee più esterne orizzontali nella parte superiore.

Vengono sostituite le linee di bordo più esterne verticali.

Vengono sostituite le linee di bordo più esterne orizzontali.

Vengono sostituite le linee di bordo più esterne orizzontali e verticali.

Vengono sostituite tutte le linee di bordo più esterne inclinate.

Vengono sostituite tutte le linee di bordo più esterne.

Vengono sostituite tutte le linee del bordo verticali, eccetto quelle più esterne.

Vengono sostituite tutte le linee del bordo orizzontali, eccetto quelle più esterne.

Vengono sostituite tutte le linee del bordo verticali e orizzontali, eccetto quelle più esterne.

Vengono sostituite le linee del bordo, eccetto quelle più esterne.

Vengono sostituite tutte le linee del bordo, eccetto quelle verticali e orizzontali più esterne.

Tutte le linee del bordo vengono sostituite.

Gli attributi di linea CUTOUT analizzati vengono sovrascritti. Ciò influisce, ad esempio, sulle forometrie delle finestre.

Attr. orig. , Nuovo attr.

Definisce l'attributo originale (Attr. orig.) e l'attributo che verrà utilizzato nell'esportazione (Nuovo attr.).

Nell'esempio che segue, la linea del bordo più esterna orizzontale nella parte superiore avrebbe originalmente un valore dell'attributo linea di 0033, ma il valore verrà sostituito e questo, nel file Unitechnik, sarà 0040.

Cassaforma speciale per inserto (classi o nomi)

Specifica un inserto speciale utilizzando una classe o un nome. Il bordo del contorno esportato con questo inserto specificato verrà quindi esportato con il codice 0002 di default.

In Codice attributo è possibile specificare un codice attributo linea personalizzato per la cassaforma speciale per una inserto.

Esporta attributi linea per contorni

Consente di scegliere se tutti gli attributi di linea vengono esportati per le forometrie.

Max, Min

La larghezza dello smusso è di max 30 mm e la profondità di articolazione e scanalatura di max 30 mm. Se non rientrano nella tolleranza, vengono gestire come casseforme speciali 0002.

Esporta angolo del primo e dell'ultimo bordo verticale

Consente di scegliere se esportare l'angolo di taglio al primo e all'ultimo bordo verticale.

Esportazione Unitechnik: Scheda Pallet

Opzione

Descrizione

Posizionamento su pallet

Definire se il posizionamento viene verificato dall'inizio o alla fine del pallet.

Offset X all'inizio o alla fine

Definire se l'offset X all'inizio o alla fine del pallet viene verificato.

Offset Y da allineamento

Specifica l'offset Y degli elementi sul pallet.

Allinea in asse Y

Allinea gli elementi nella direzione y. È possibile scegliere se allineare

  • il bordo superiore al bordo superiore pallet dell'elemento
  • il bordo superiore ad asse centrale pallet dell'elemento
  • l'asse centrale all'asse centrale pallet dell'elemento
  • il bordo inferiore ad asse centrale pallet dell'elemento
  • il bordo inferiore al bordo inferiore pallet dell'elemento
  • elemento al centro del pallet in direzione Y

Spazio tra entità gettate

Definire se lo spazio tra le unità di getto viene verificato.

Necessario stesso spessore entità gettate

Definire se lo spessore dell'unità di getto viene verificato.

Sequenza nel pallet

Ordine di sequenza

Dopo avere selezionato Combinato, n slabdate, 1 parte come struttura file di output della scheda Principale, è possibile selezionare la logica sequenziale dei pannelli sul pallet utilizzando parte principale, ACN unità di getto o numero, UDA parte principale o template parte principale oppure UDA di trasporto Unitechnik. È possibile impostare la sequenza come Ascendente o Discendente.

Esportazione Unitechnik: Scheda File di log

Opzione

Descrizione

Percorso directory file log

Consente di definire il percorso per il file di log. Se il percorso è vuoto, il file di log viene salvato nella stessa posizione dei file di esportazione.

Crea file di log principale

Consente di scegliere se creare un unico file di log principale.

Crea file di log per ogni file

Consente di scegliere se creare un file di log separato per ciascun file di esportazione.

Scrivi cronologia su file di log e UDA

Creare un file di log contenente la cronologia delle parti esportate. È inoltre possibile scegliere di scrivere informazioni nell'UDA UT_export_history della parte principale. Vengono raccolti i seguenti dati: ora dell'esportazione, informazioni sulla parte, file e percorso di esportazione e autore dell'esportazione.

Mostra finestre di dialogo di errore

Scegliere se viene visualizzato un messaggio di errore, ad esempio quando le parti esportate non sono marcate correttamente oppure quando le parti incorporate non hanno una parte principale.

Scrivi nome file in UDA

Scegliere di scrivere il nome di esportazione completo (Nome file con estensione) o il nome del file di esportazione senza l'estensione del nome file (Nome file senza estensione) nell'UDA parte principale nascosta UT_FILE_NAME.

Was this helpful?
Previous
Next